Antidoto alla quarantena

In questo periodo grigio di quarantena mi percepisco come fossi sospinto in un moto circolare. I due sentimenti contrastanti di stazionarietà legata alla monotonia e mobilità connessa all’inarrestabile scorrere dei giri cozzano tra di loro, e questo moto apparente suscita in me una sorta di inaudita cinetosi, che fomenta un malessere interiore, che esacerba uno sconquasso d’animo, che inocula una nausea di piattume.

Rifiuto dell’individualismo sterile

Sebbene si sia radicata l’attitudine di dar risalto alla mia persona piuttosto che ad altri fattori (ed io non riesco a vedere nulla di male in questo nonostante ci siano ferventi e ottusi sostenitori della malignità di un concentramento dell’attenzione su se stessi piuttosto che verso la Patria, l’Umanità, la Famiglia, la propria classe socialeContinua a leggere “Rifiuto dell’individualismo sterile”

Religiosità e intelligenza

C’è una qualche correlazione, positiva o negativa, tra intelligenza e religiosità? Sono 63 gli studi a proposito di questo argomento e per 53 volte è stata riscontrata una correlazione negativa fra IQ e fede. Il team di ricerca composto da Miron Zuckerman e Jordan Silberman della University of Rochester e da Judith Hall della NortheasternContinua a leggere “Religiosità e intelligenza”

Perché questo blog.

‘Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura.’ Se Dante fosse mio coevo, verosimilmente la selva oscura sarebbe rappresentata dalla realtà di internet, questo coacervo ingarbugliato e amorfo dove è facile smarrire la diritta via, se mai una diritta via ce ne fosse, e dove intraprendo anche io un viaggioContinua a leggere “Perché questo blog.”